Search

Knowing the soil we work with

How important is the soil for plants?



It's good for us, garden designers, to find out the characteristics of the soil we must work with and understand whether our plants can grow healthy and stable in it.


First of all we should consider that soil is the anchoring point for plants, it's where the roots hold onto giving the plant enough room and support to grow in height on the outside and be stable. Without a good grip, plants would fall with no chance to survive.


The soil is basically made of two types: the topsoil and the subsoil. It's topsoil the one that holds life within it, it is the actual ground in which roots can grow and move and it's also the layer where they find nutrients, water and air to thrive. As for the name, this is the upper layer of the soil. On the other hand, subsoil is deeper and is usually more difficult to penetrate by roots, plus it holds less nutrients.


The health of the plant lies predominantly in the soil characteristics. The main nutrients that plants live with are:

  • Nitrogen, the plant's growth power. Nitrogen helps the plants with the production of chrolophyl, meaning the plants will be stronger and grow more. Especially important for leafy plants.

  • Phosphorus, the plants aid for producing fruits, blooming and having stonger roots. Especially necessary for plants like apple trees or roses.

  • Potassium is the energy for plants to develop their roots stronger and their ability to improve photosynthesis, for thriving plants.

In addition to the main three, there's a list of other nutrients in smaller quantities among which iron, calcium, sulphur, magnesium etc.


It's important to know if our plants are in good health and it's not that difficult to find out.

Then there's the pH.

PH gives indication of the acidity or alkalinity of the soil. Low pH makes an acidic soil whilst high pH gives an alkaline soil. On a scale 1 to 14, a pH level of 6-7 is neutral and it's the best we can work with. In fact, on the level of pH depends the ability of nutrients to be dissolve and be available for plants and too high or too low pH level makes it harder.


When we find a situation with extreme high or low pH level, it's hard to change it for good so the solution may be:

  • raised beds

  • selecting plants that work well either in acidic or alkaline soils.


Conoscere il tipo di suolo con cui lavoriamo


Quanto è importante il suolo per le piante?


E' molto importante per noi garden designer, conoscere le caratteristiche del suolo dove dobbiamo piantare le nostre piante perché abbiano modo di crescere sane e stabili.


Come prima cosa, dobbiamo considerare che il terreno è il punto di ancoraggio per le radici, dove si aggrappano e dove devono trovare abbastanza spazio e un vero e proprio supporto per crescere in altezza stabilmente al di fuori del terreno. Senza un buon ancoraggio, la pianta cadrebbe e non avrebbe modo di sopravvivere.


Il suolo si compone di due strati principali: il terriccio e il sottosuolo. Il terriccio, parte più superficiale del suolo, è lo strato che contiene più vita, e cioè la maggior parte dei nutrienti, minerali, acqua e aria ed è dove le radici riescono a penetrare meglio e ad assorbire il cibo.

All'opposto, il sottosuolo è più duro e più difficilmente penetrabile dalle radici ed è meno ricco di nutrienti.


La salute delle piante dipende prevalentemente dalle caratteristiche del suolo in cui vivono. I tre principali nutrienti per le piante sono:

  • Azoto, è l'ingrediente di forza delle piante, specialmente quelle con tante foglie perché permette una maggiore produzione di clorofilla che rende le piante più robuste, verdi ed alte.

  • Fosforo è l'ingrediente che aiuta le piante a produrre frutti e a fiorire, oltre che irrobustirne le radici. Sarà quindi particolarmente importante per le piante come i meli o le rose che devono produrre fiori e frutti.

  • Potassio è invece l'elemento che dà energia alle piante, per sviluppare radici forti e per la fotosintesi, cioè il processo con cui le piante tramutano il cibo in energia. Questo renderà le nostre piante rigorose e belle.

In aggiunta ai tre nutrienti principali, ci sono altri elementi che in minori quantità nutrono le piante e tra questi troviamo calcio, ferro, solfuro, magnesio, ecc.

E' importante sapere se le tue piante sono sane e scoprirlo non è così complicato come si potrebbe pensare.

Poi c'è il pH del suolo.

Il pH indica se un suolo è acido, neutro o alcalino. Livelli bassi di pH danno un suolo acido, mentre alti indicano un terriccio alcalino e si misura su una scala da 1 a 14. Come in tutte le cose, nessuno dei due estremi è particolarmente buono, mentre un terreno neutro con pH tra 6 e 7, è l'ideale.

Infatti, dal livello di pH nel suolo dipende la sua abilità di sciogliere i nutrienti e passarli alle piante, e i livelli troppo basso e troppo alto alterano questa abilità.


Quando ci troviamo in una situazione con estremi livelli di pH nel terreno è difficile cambiarlo o migliorarlo con lunga durata. Le soluzioni che potrebbero quindi fare al caso nostro sono:

  • elevare il livello del terreno come in fioriere murate, aggiungendo terriccio nuovo e neutro.

  • semplicemente selezionare piante che funzionino e vivano bene in suoli acidi o alcalini.